News

29/02/2016

“QUALE WELFARE DOMANI?” è il titolo dell’iniziativa promossa dal Forum Nazionale del Terzo Settore riferita alla presentazione dei volumi: “Il Welfare di prossimità. Partecipazione attiva, inclusione sociale e comunità” a cura di Francesco Messia e Chiara Venturelli, e “Buono è giusto. Il Welfare che costruiremo insieme” di Johnny Dotti e Maurizio Regosa.

L’evento si terrà mercoledì 2 marzo 2016, alle ore 15.00 presso Roma Eventi - Fontana di Trevi", Sala Carducci, Piazza della Pilotta 4. Per partecipare è necessaria la registrazione, inviando mail a forum@forumterzosettore.it.

I lavori saranno introdotti da Pietro Barbieri, Portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore. Ne discutono: Sen. Nerina Dirindin, capogruppo PD Commissione Sanità; On. Donata Lenzi, capogruppo PD Commissione Affari Sociali; Raffaele Tangorra, Direttore Generale per l’inclusione e i diritti sociali al Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, Rita Visini, assessore alle Politiche Sociali Regione Lazio; Stefano Tassinari, Coordinatore Consulta Welfare del Forum Terzo Settore; Carlo Borgomeo, Presidente Fondazione CON IL SUD; Giorgio Righetti, Direttore Generale Acri, Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio. E con gli autori dei volumi: Andrea Canevaro, Francesco Messia e Chiara Venturelli (curatori del libro); Johnny Dotti e Maurizio Regosa.

SCHEDE DEI VOLUMI:

- “Il Welfare di prossimità - Partecipazione attiva, inclusione sociale e comunità”. Nel quadro del dibattito attuale e urgente sulle forme alternative e praticabili di welfare, il volume raccoglie contributi provenienti da diverse esperienze e territori - una fattoria sociale, i servizi di collocamento mirato, le associazioni di volontariato, la cooperazione sociale, i servizi socio-sanitari - proponendo un cambiamento di paradigma culturale ed economico. Al centro viene messa la prossimità, che può diventare una soluzione per ottimizzare risorse e qualità della vita tramite nuove forme di scambio e collaborazioni che non si limitano a "tollerare" la diversità ma la valorizzano. Il welfare di prossimità, che già esiste, ha bisogno di essere perfezionato con le istituzioni esistenti, come sistema aperto capace di affrontare le sfide del futuro.

- “Buono è giusto. Il Welfare che costruiremo insieme”. Welfare non è un servizio, ma è una relazione. Avere cura degli altri è agire un modo di stare al mondo, è una dimensione umana che tocca alcuni snodi significativi: ospitalità, autorità, dovere, responsabilità. Ma negli anni il welfare è stato istituzionalizzato, perdendo il suo senso originario. "La mia porta è sempre aperta", ha detto papa Francesco. Aver chiuso la nostra porta, aver spostato tutto, in questi anni, verso l'istituzione è stato frutto di un processo culturale profondo, che ha comportato conseguenze altrettanto profonde. Occorre tornare a un'idea del welfare fondata sulla fiducia, sulla socialità, sulle idee di convivenza e cittadinanza. Questo libro avanza alcune proposte concrete e realizzabili ma soprattutto cerca di disegnare una visione comunitaria del welfare, nel suo necessario legame con la democrazia e la partecipazione.

25/11/2015

Venerdì 27 novembre 2015 a Milano si svolgerà il secondo incontro del ciclo seminariale "Mario Romani: dottrina, magistero, formazione. A quarant’anni dalla scomparsa". Questa volta il tema dedicato a "Una classe dirigente in formazione. Gli oratori e la gioventù cattolica nella Milano degli anni Trenta" prende appunto spunto da alcuni testi inediti sulla formazione di Mario Romani negli oratori milanesi negli anni Trenta. Relazioni e dibattito non mancheranno di dare suggerimenti per una riflessione estesa al percorso formativo di un’intera generazione di protagonisti del mondo cattolico nel secondo dopoguerra, non meno per considerazioni riportabili all’attualità.

Sono previste le relazioni di Guido Formigoni (Università IULM) e di Evelina Scaglia (Università degli studi di Bergamo). Presiederà i lavori Maria Bocci (Università Cattolica). È previsto l’intervento di mons. Pierantonio Tremolada, Vicario episcopale per l’Evangelizzazione e i Sacramenti della Diocesi ambrosiana. 

Venerdì 27 novembre 2015 - 14.30/17.30 presso Ambrosianeum - Via delle Ore, 3 – Milano

Leggi il programma

 

 

 

 

24/11/2015

Oggi a Roma, mercoledì 25 novembre 2015, presso l'Auditorium di Via Rieti n.13 è stato presentato il volume “Ripensare le politiche per la non autosufficienza. Liberare e qualificare il potenziale del neo-mutualismo” (ed. Il Mulino)Frutto di una ricerca promossa dalla Fnp, realizzata dalla Fondazione Giulio Pastore e da un gruppo di docenti e ricercatori dell'Università Cattolica, la pubblicazione, di alto valore scientifico, può essere un utilissimo strumento di confronto tra le parti sociali e rappresenta l'inizio di un percorso che ha come fine una proposta possibile di riforma dell'assistenza ai non autosufficienti.

Sono intervenuti Egidio Riva e Rosangela Lodigiani del Dipartimento di Sociologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, l’on.Franca Biondelli, Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuseppe Guzzetti, Presidente Fondazione Cariplo, Guido Castelli Presidente Ifel Fondazione Anci, e il Segretario Generale della Fnp Cisl Ermenegildo Bonfanti. Ha coordinato i lavori il Presidente della Fondazione Giulio Pastore Aldo Carera.

 

 

18/11/2015

Disponibile sul canale YouTube della Fondazione Giulio Pastore la versione integrale del primo seminario dedicato alla figura del prof. Mario Romani a quarant'anni dalla sua scomparsa.

Guarda il video

Leggi il programma del primo seminario

 

17/11/2015

Una classe dirigente in formazione. Gli oratori e la gioventù cattolica nella Milano degli anni Trenta

Il secondo incontro del ciclo seminariale «Mario Romani: dottrina, magistero, formazione. A quarant’anni dalla scomparsa», prende spunto da alcuni testi inediti sulla formazione di Mario Romani negli oratori milanesi negli anni Trenta. Relazioni e dibattito non mancheranno di dare spunti per una riflessione estesa al percorso formativo di un’intera generazione di protagonisti del mondo cattolico nel secondo dopoguerra, non meno per considerazioni riportabili all’attualità.

Sono previste le relazioni di Guido Formigoni (Università IULM) e di Evelina Scaglia (Università degli studi di Bergamo). Presiederà i lavori Maria Bocci (Università Cattolica). È previsto l’intervento di mons. Pierantonio Tremolada, Vicario episcopale per l’Evangelizzazione e i Sacramenti della Diocesi ambrosiana.

Venerdì 27 novembre 2015 - 14.30/17.30

Ambrosianeum - Via delle Ore, 3 – Milano

15/10/2015

La FGP in collaborazione con la FLAEI partecipa al seminario formativo del Comitato Esecutivo FLAEI CISL

il 21 ottobre 2015 alle ore 14.30 presso l'Istituto Luigi Sturzo in Via delle Coppelle 35, Roma.

07/10/2015

ITALIA È CULTURA
Gli istituti culturali per lo sviluppo del Paese

II Conferenza Nazionale AICI
Conversano (Bari) 8-10 ottobre 2015

05/10/2015

Il 14 ottobre prossimo nella ricorrenza del 46°anno dalla scomparsa, in suffragio e in memoria di Giulio Pastore, verrà celebrata una Santa Messa alle ore 9,00, presso la Chiesa di San Carlo al Corso, in via del Corso 437- Roma.

Quel giorno vorremmo unire nelle nostre preghiere il ricordo di monsignor Pierfranco, recentemente scomparso, che per oltre quarant'anni ha officiato la celebrazione manifestando, nelle sue omelie, una profonda condivisione con l'azione della Cisl a tutela dei lavoratori e una grande dedizione alle sorti della Fondazione intitolata a suo padre.

 

09/09/2015

La Fondazione Giulio Pastore, in collaborazione con la Facoltà di Economia, l’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia «Mario Romani», il Dipartimento di Storia dell’economia, della società e di Scienze del territorio «Mario Romani» nella ricorrenza del 40° dalla scomparsa, organizza il primo del ciclo di seminari dedicati al professor Mario Romani, il 15 settembre presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore- Aula Maria Immacolata, alle ore 15.00.

In allegato il programma dell'iniziativa

 

30/08/2015

 

Si è spento ieri a Roma, all'età di 88 anni, monsignor Pierfranco Pastore, figlio di Giulio Pastore e, dal 1971 socio fondatore della Fondazione Giulio Pastore, già storico segretario del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni sociali e per lunghi anni a Radio Vaticana.

E' una grave perdita per tutti noi che lo abbiamo conosciuto ed apprezzato per la straordinaria attività religiosa, culturale e sociale. memore degli insegnamenti del padre grande sindacalista della Cisl, tutta l'esistenza di monsignor Pastore è stata improntata sull'impegno e sulla passione sociale a favore dei più deboli, delle persone umili e bisognose. Con grande stima e riconoscenza lo ricorderemo per la sua immensa umanità e per il costante legame storico e familiare con la nostra Fondazione.

Pagine