Tendenze innovative nella formazione continua: Italia e Paesi della Comunità europea, a cura di Luciano Osbat. Milano: Franco Angeli, c1985. 140 p. (Fondazione Giulio Pastore. Economia e sociologia del lavoro; 3).

Il tema della formazione continua o formazione permanente, tema chiave nelle attività della Fondazione Giulio Pastore, è stato al centro di una ricerca promossa dal Cedefop (Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale), organismo della Commissione delle Comunità europee.

L’indagine, riferita agli anni 1981-1983, ha riguardato otto paesi della Comunità (Italia, Francia, Repubblica federale di Germania, Regno Unito, Irlanda, Belgio, Olanda e Danimarca) ed era finalizzata a conoscere le tendenze innovative nel campo della formazione professionale continua destinata a rispondere alla minaccia di disoccupazione, a far fronte alle situazioni di prolungata disoccupazione e alle ristrutturazioni provocate dalle moderne tecnologie. Lo studio del caso italiano è stato affidato alla Fondazione Pastore. I rapporti redatti da ciascun paese sono stati utilizzati dal Cedefop per la stesura di un “Rapporto di sintesi”, che è in corso di pubblicazione unitamente agli otto rapporti nazionali. Accanto a questa iniziativa del Cedefop, la Fondazione Pastore ha voluto realizzare una pubblicazione destinata ad un vasto pubblico italiano di operatori della formazione professionale e di operatori culturali e politici. La pubblicazione intende favorire una lettura in chiave italiana degli altri rapporti e dello stesso rapporto di sintesi, in funzione della situazione della formazione professionale e della formazione continua nel nostro paese, così da consentire agli operatori interessati utili riflessioni sulle esperienze dei paesi che hanno una più radicata consuetudine di lavoro nel campo della formazione continua e della formazione professionale.