Gregorini Giovanni. Lavoro, rappresentanza, riforme: la CISL di Bergamo e lo sviluppo economico-sociale nel secondo Novecento (1943-1985) / presentazione di Gianluigi Petteni; postfazione di Sergio Zaninelli. Milano : Franco Angeli, c2008. 234 p.

La storiografia istituzionale, economica e sociale bergamasca si arricchisce con questa monografia di un nuovo contributo di sintesi, attinente alle vicende della CISL provinciale con la sua cadenzata affermazione come “primo sindacato” durante la seconda metà del Novecento. Si ripercorrono le tappe fondamentali di evoluzione dell’Unione sindacale provinciale della CISL di Bergamo dalle origini alla metà degli anni Ottanta del XX secolo. In particolare vengono enucleate quattro questioni di fondo. La prima riguarda il tema dell’identità del sindacato, della sua autonomia, della responsabilità che porta con sé quale libera associazione democratica e partecipata. La seconda concerne il rapporto della CISL orobica con lo sviluppo economico e sociale sia territoriale che nazionale, sviluppo nel quale il sindacato si inseriva e che doveva saper leggere sempre meglio. La terza attiene alle fasi di rivendicazione, di scontro, di maturazione nella fatica della lotta vissuta dai lavoratori nelle vertenze sostenute all’interno delle singole fabbriche. L’ultima questione ricomprende le problematiche organizzative e di diffusione sul territorio della CISL bergomense, da sempre fortemente innestata nelle realtà locali e nel tessuto sociale provinciale.