Ciampani Andrea (a cura di). L'altra via per l'Europa: Forze sociali e organizzazione degli interessi nell'integrazione europea (1947-1957). Milano: FrancoAngeli, 1995. 412 p. (Fondazione Giulio Pastore. Storia del Lavoro e del Sindacato; 6).

Accanto ai più tradizionali studi storici dell’idea europea e della «politica di potenza» dei singoli Stati, mentre si consolida l’esame degli aspetti economici e culturali dell’identità europea, per la prima volta il soggetto sindacale, le forze sociali e gli interessi organizzati vengono esplicitamente osservati come protagonisti del processo d’integrazione europea.

In questa prospettiva di ricerca si sono mossi gli studiosi di diverse discipline scientifiche che hanno dato vita al Convegno di studi su «Interessi, istituzioni, forze sociali e movimenti nei processi d’integrazione europea: regolazione politica e regolazione sociale in Italia ed in Europa di fronte all’allargamento e all’unificazione dei mercati (1947-1957)», di cui il volume presenta gli atti. È stato così possibile fare una prima analisi degli attori sociali, a dimensione nazionale e internazionale, coinvolti negli scenari e nei processi che sostennero l’integrazione europea e la nascita degli organismi comunitari: i sindacati, le grandi imprese, le associazioni imprenditoriali, i movimenti culturali e politici che avevano prestato attenzione alla questione del “lavoro organizzato”.

Emerge dalla ricostruzione storica il ruolo di una possibile “via sociale” all’Europa, in un contesto di autonomia ed interdipendenza con le vie del mercato e della politica.